Exemple

Premiati gli Ambassador di Firenze Fiera al Florence Ambassador Award nel Salone dei Cinquecento

Tags:

Firenze, 15 ottobre 2021. Si è svolto ieri pomeriggio, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio la quinta edizione del Florence Ambassador Award, riconoscimento promosso da Comune di Firenze, Destination Florence Convention & Visitors Bureau, Firenze Fiera e Camera di Commercio di Firenze, che premia personalità del mondo  accademico, culturale e professionale che hanno contribuito ad affermare l’immagine e la centralità di Firenze nella meeting industry  e nel mondo degli eventi.

In rappresentanza di Firenze Fiera hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento Francesco Prati, Presidente del Centro per la lotta contro l’infarto per il congresso “Conoscere e curare il cuore”, Anna Paola Concia, Coordinatrice del Comitato Organizzatore di Fiera Didacta Italia, Sergio Serni e Vincenzo Li Marzi, Co-presidenti del Congresso SIUD (Società italiana di Urodinamica), Federico Chiesi, Presidente di Sicrea e Mauro Grassi, Direttore di Earth Technology Expo, Andrea Riccardo Genazzani, presidente del Congresso ISGE  (International Society of Gynecological Endocrinoloy), in programma  nel maggio 2022.

A tutti e 33 i premiati è stato consegnata una copia del volume Dante scopre l’Europa. La geografia europea nella Commedia, il libro ideato da Lorenzo Becattini con prefazione  del presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli, realizzato da Firenze Fiera in occasione dei 700 anni della morte dell’Alighieri.

“Firenze , da sempre capitale di conoscenza, formazione e saperi, ha  una vocazione naturale per il settore del congressuale – ha dichiarato il presidente di Firenze Fiera Lorenzo Becattini – come documentano gli 11 congressi internazionali acquisiti dalla città negli ultimi mesi da qui al 2027, grazie ad un lavoro di squadra portato avanti da Firenze Convention Bureau e Firenze Fiera insieme alla filiera locale. Il mio ringraziamento va al Convention Bureau e agli ambasciatori per quello che hanno fatto e sapranno fare per portare avanti, nel mondo, il nome di Firenze come città della cultura e dell’innovazione”.